TU SOFFRI DI RIMANDITE ?

C’è una cosa che accumuna molte persone, che talvolta colpisce anche le più intelligenti di fronte ad un impegno che proprio non gradiscono. La chiamiamo “sindrome della rimandite” ? Con altra terminologia parliamo di procrastinazione, ovvero la tendenza a rimandare impegni e scadenze. Nel nostro caso specifico rimandare gli allenamenti, l’andare in palestra, fare attivita’ fisica.

Hai la “Rimandite”?

Capita a tutti di procrastinare cose che proprio non abbiamo voglia di fare. Sono rare le persone che hanno un’autodisciplina tale da portare a termine con convinzione anche gli impegni più indigeribili.

Purtroppo la “rimandite” provoca dei problemi in ogni ambito, non solo nel settore del “ tenersi in forma”, ma in consegne che ritardano, lavori fatti in fretta e furia per correre dietro alle scadenze sempre all’ultimo minuto …ecc.

Eppure fin dai tempi della scuola i professori raccomandano: “studiate gradualmente, non tutto in un pomeriggio prima dell’interrogazione”.

Proprio pensando a questo parallelismo mi è venuto in mente un metodo che avevo applicato per gli studi: si chiama la TECNICA DEL POMODORO

Questa metodo oggi sta avendo una nuova popolarità, grazie alla traduzione di un libro specifico in lingua inglese e tedesca e a una serie di video pubblicati in rete.

Francesco Cirillo, d’origine italiana e berlinese di adozione, ha un’azienda che si occupa di consulenza e le sue pubblicazioni sulla “Pomodoro Tecnique” hanno fatto il giro del mondo. E non è solo valida per chi studia, ma per chi vuole lavorare meno per vivere meglio.

La tecnica del Pomodoro

rimandare gli allenamenti

Il nome deriva da un timer da cucina a forma di pomodoro rosso. Questo strumento, assolutamente comune, aiutava Cirillo a mantenere la concentrazione ai tempi degli studi.   

Vediamo come funziona in generale questa tecnica e proviamo ad adattarlo al nostro obiettivo fitness :

* Definisci i task. (Nel nostro caso l’obiettivo di oggi è di fare 2 allenamenti:1 cardio e 1 isotonico)

* Imposta il timer a 25 minuti.

* Concentrati sulla prima attività senza distrazioni finché il timer non avrà suonato. (per il nostro caso 25’ di lavoro cardio)

* Prenditi una pausa di 5 minuti.

* Passa al secondo task (lavoro isotonico con 25’ di esercizi CON PICCOLI PESI)

Per chi ha invece altri Task come obiettivi può procedere seguendo la fase successiva :

* Ogni 4 giri di timer (100’ minuti totali ) prenditi una pausa più lunga di 15-30 minuti.

Ti sembra poco? Nei 25 minuti in cui ti dedichi totalmente al tipo di attività prefissata nel tuo task NON devi interromperti, nemmeno per rispondere al telefono, nemmeno se ricevi un messaggio o una notifica da Facebook.

Provare per credere, è più facile di quanto sembri ma se questa tecnica ha fatto il giro del mondo è perché funziona davvero.

E perché, non provate a trasportare questo metodo anche su di Voi che soffrite di RIMANDITE DEL MOVIMENTO?

BORIO GINO palestra zerottanta

www.palestrazerottanta.it

#abs #active #palestreasti #palestrazerottanta #bestoftheday #diet #insegnantieducazionefisica #thermarium #spinning #fitnessfreak #fitspo #asti #noidellazerottanta #gym #health #healthylife

ORARI DEL CENTRO:
Dal Lunedi al Venerdì dalle 7.30 alle 22.30
Sabato dalle 8.30 alle 18.30
Domenica dalle 10.00 alle 13.30 (da fine ottobre a fine marzo)

Tel. 0141.353350

Email. LUBORIO@TIN.IT

Scrivici su Messenger